Roma, 11 Ottobre 2019

Medicina di Precisione

Scambio di esperienze e conoscenze scientifiche tra oncologi russi e italiani.

Il 3 ottobre 2019, a Mosca, il Gruppo “Atlas Zdorovyia”, in collaborazione con il Gruppo italiano “Raphael” ha organizzato presso la sede di “Business Russia” il Convegno internazionale “Una nuova era nei trattamenti medici e chirurgici in oncologia. Le evidenze internazionali nei percorsi terapeutici integrati delle patologie oncologiche polmonari, mammarie e gastrointestinali”.

All’evento hanno partecipato oltre i 150 oncologi, primari degli ospedali, medici delle cliniche, rappresentanti dalle strutture sanitarie di Mosca e altre città della Russia.

Gli ospiti onorari dell’evento sono stati: l’addetto scientifico dell’Ambasciata italiana in Russia Prof. Aldo Spallone; il vice presidente dell’Associazione degli imprenditori italiani in Russia il Dott.Vittorio Torrembini; il capo oncologo della Direzione centrale della sanità, una filiale delle Ferrovie russe, il Dott. Dmitry Reshetov; il capo Dipartimento, dottore in scienze mediche, professore dell’Università statale di medicina di Mosca intitolato Evdokimova – la Dott.ssa Gens Gelena Petrovna; lo specialista del dipartimento organizzativo e logistico di oncologia del Dipartimento della sanita’ di Mosca la sig.Stepanova Julia Valerievna; il membro del consiglio generale di Business Russia (Delovaya Rossiya) la sig. Komarova Natalia Vasilievna; il presidente dell’Unione internazionale delle donne la sig. Amirova Alfiya Ravilievna; accademico dell’Accademia Russa delle Scienze il sig.Kononkov Fedor Petrovich.

I relatori dell’evento: Dott. Andrea Picchetto (chirurgo mininvasivo, Università di Roma, Sapienza), Dott. Andrea Mancuso (oncologo medico, A.O. San Camillo-Forlanini, Roma) e il Prof. Giancarlo D’Ambrosio (Professore Associato in Chirurgia Generale Università di Roma, Sapienza).

La fondatrice e il presidente del Gruppo “Atlas Zdorovyia”, membro del consiglio generale della Delovaya Rossiya la Dott.Anna Vasilets, si è rivolta ai partecipanti con un discorso di benvenuto e ha presentato i relatori principali. “La lotta contro il cancro è una delle priorità del progetto nazionale “Sanità”. Sono convinta che specialisti altamente qualificati, strumenti avanzati e tecnologie innovative siano i componenti più importanti per il successo del trattamento del cancro”.

 Il Dott.Valerio Gelfusa, presidente del Gruppo “Raphael”, ha preso la parola con questo discorso “Quando abbiamo iniziato a lavorare su questo evento, sia a Roma che a Mosca molti interlocutori ci hanno rivolto la stessa domanda: “perché?” “perché state organizzando questo evento?” “qual è lo scopo?”. L’obiettivo di Atlas e Raphael è il progresso. Attenzione! non parliamo di sviluppo. Nei più importanti consessi scientifici e tecnologici mondiali, sempre più spesso si parla di sviluppo, ma lo sviluppo è il potenziamento di una dimensione, il progresso, invece, è il miglioramento della vita dei popoli. Lo sviluppo ha lo sguardo rivolto alla tecnica, che normalmente è assolutamente indifferente alla vita umana, il progresso pone l’essere umano al centro. La medicina italiana è oggi una delle più avanzate poiché guarda al progresso e non solo allo sviluppo, guarda prima all’essere umano e poi alla tecnica. Ma non otterremo mai il progresso se resteremo chiusi nei nostri ospedali, nei nostri laboratori di ricerca, poiché la scienza è il luogo del confronto delle idee e solo se le idee saranno tante, diverse, allora sì, avremo trovato la strada per il progresso”.

Gens Gelena Petrovna, Dottore in scienze mediche dell’università intitolata Evdokimova, ha sottolineato che ora è molto importante organizzare eventi di questo tipo per condividere le conoscenze su una piattaforma internazionale. “Solo una simbiosi di conoscenze di medici stranieri e russi può cambiare in modo significativo le statistiche sulla sopravvivenza dei malati di cancro.”

I discorsi dei relatori italiani hanno suscitato grandissimo interesse da parte dei partecipanti all’evento, poiché l’esperienza e i risultati scientifici degli oncologi italiani sono unici. Secondo l’indice Bloomberg, la medicina italiana è al terzo posto nel mondo in termini di efficacia. Il paese ha un alto tasso di sopravvivenza per i pazienti con il cancro. “La medicina di precisione” è una solida base scientifica e operativa per la fornitura di cure mediche altamente qualificate nel campo dell’oncologia.

La larga condivisione successiva, tramite question-time dedicati, ha consentito di valutare la presenza di omogeneità o differenziazioni tra specialisti e percorsi terapeutici. Inoltre, il confronto costruttivo ha consentito di integrare al meglio le moderne tecniche chirurgiche e cure biologiche ed immunologiche nel percorso di cura del paziente oncologico.

I partner dell’evento sono stati: M Consulting, il Dipartimento della Salute di Mosca, l’Ambasciata italiana in Russia, Delovaya Rossiya e l’Unione internazionale delle donne. Grazie per la vostra collaborazione!

 

Il supporto informativo per l’evento internazionale è stato fornito dai media italiani e russi.